Zona K

Uno spazio espositivo per eventi fuori dal comune, un luogo di condivisione e incontri per teatro, video, arte, musica, un centro di convivialità permanente per bambini, ragazzi e adulti, un’associazione culturale per progettare, produrre e promuovere cultura. Tutto questo è Zona K, bellissimo loft multifunzionale nel cuore del quartiere Isola, trasformato in un laboratorio aperto all’intreccio delle arti dal volonteroso impegno di tre giovani artiste che lo hanno aperto nel 2009 e lo stanno faticosamente facendo emergere alla luce che merita nel panorama culturale di Milano. Le tre anime di Zona K si chiamano Valentina Kastlunger, esordio da attrice e poi una vita alla frenetica ricerca di stimoli originali che l’hanno portata fino a Berlino; Valentina Picariello, dodici anni di gavetta nell’editoria poi organizzatrice di eventi; e Alessia Salerno, che viene dal mondo dell’arte e ancora non riesce a dedicarsi a tempo pieno alla creatura di cui è socia, ma l’obiettivo è farcela al più presto. Dopo un paio d’anni di rodaggio, affitti e scoperta del pubblico potenziale, quest’anno Zona K ha rilanciato con una nuova programmazione che consolida la sua vocazione di spazio duttile e aperto su diverse generazioni. L’edizione 2013/2014 di spettacoli e performance teatrali è improntata alla ricerca di sinergie e ponti con realtà esterne affini, un’azione di “crossing over” sul territorio, con la sovrapposizione e messa in comune di risorse da parte di teatri, festival, associazioni milanesi. Il motto prescelto è “Dove siete?” Una dichiarazione di smarrimento che sottolinea con decisione il tentativo – necessario e complesso –  di allacciare alleanze incisive per la città e stabilire comunicazioni concrete e possibilmente fertili. Importante e già ben radicata è l’attività di Zona K per l’infanzia, con una fitta rassegna di appuntamenti per famiglie, in cui i bambini possano ricevere stimoli ad ampio raggio, in un dialogo a distanza con l’istituzione scolastica, sorda a iniziative che la vedano direttamente implicata. Infatti tutto avviene al di fuori dell’orario curricolare, soprattutto il sabato e la domenica, quando sul palco si alternano giornalisti, scrittori, artisti, musicisti che propongono spettacoli e laboratori. Come un gioco in scatola al quale possono partecipare tutti da 0 a 99 anni, PLAY-K(ids) propone un nuovo modo di stare insieme, tra gioco e cultura, facendo cose da grandi o mettendosi in gioco come bambini. Una domenica al mese da novembre a maggio PLAY-K(ids) invita ragazzi e adulti a non dimenticare che “è molto più facile imparare ridendo” – come diceva Gianni Rodari – e che la cultura può essere anche gioco. Grazie a iniziative locali e allo stesso tempo dichiaratamente internazionali, Zona K punta con vigore ad affermarsi come un’alternativa di grande qualità all’establishment istituzionale di Milano. A cui dà un valore aggiunto lo spazio, recentemente restaurato e oggi duttile e polifunzionale, con la possibilità di cambiare sempre, a seconda dell’evento.

ZONA K
Via Spalato, 11
Tel. 02 97378443
www.zonak.it

Share Project :

More Work