Salotto Caracci

Fra i luoghi più magici in cui è bello perdersi per una serata di letteratura e arte ci sono sicuramente gli appartamenti privati. La caccia alle Anime Nascoste ci ha portati a scovare posti magnifici laddove meno ce lo si aspetta e una delle caratteristiche che più li identifica è sicuramente la sensazione di sentirsi a casa. Come non sentirsi a casa, quindi, quando si è fra le mura domestiche di un intellettuale che apre le porte del suo appartamento milanese ad amici e appassionati? Il Salotto Caracci del Martedì è un cenacolo culturale all’insegna di un’idea di cultura partecipata e non competitiva. Fondato nel 1990 dal narratore e saggista Roberto Caracci, ospita due volte al mese poeti, narratori, filosofi e psicanalisti in occasione dell’uscita di un loro libro. Le serate si svolgono in un clima di amicizia e condivisione del sapere, e prevedono un’ampia introduzione di Roberto, che passa poi la parola allo scrittore protagonista, per poi lasciare tempo alla lettura di brani e a un approfondito dibattito che si alimenta dell’intervento della platea. Tra gli ospiti più celebri che hanno dato vita a serate memorabili ci sono il poeta Tiziano Rossi, lo scomparso narratore Giuseppe Pontiggia, il filosofo Carlo Sini, lo psicoanalista Giacomo Contri. La vicinanza, anche fisica, dell’autore agli amici del salotto, massimo trenta – quaranta persone, rende il colloquio più articolato e caloroso rispetto a quello di una rituale presentazione accademica, dove la distanza fra autore e ascoltatori fa di questi spesso un semplice pubblico passivo, o chiamato in causa per le domande degli ultimi minuti. Al ventesimo anniversario del Salotto del Martedì è dedicato l’ultimo libro di Roberto Caracci, Epifanie del quotidiano, Moretti&Vitali, Bergamo, 2010, un saggio critico-letterario che ospita alcuni fra i più significativi interventi sui poeti presentati. Gli scritti di Roberto spaziano dalla narrativa alla filosofia fino addirittura all’attualità politica da lui esplorata nell’ultimo successo editoriale “Il ruggito del Grillo, Cronaca semiseria del comico tribuno” (Moretti&Vitali 2013). Interessante anche il romanzo “Le radici del silenzio” pubblicato nel 2007 con Atì editore, una piccola casa editrice indipendente con vocazione di talent scouting e grande attenzione alle proposte innovative. Adesso si è lanciato nella direzione di una collana di narrativa fantastico – visionaria anche un po’ esoterica, dal titolo “Echi dal labirinto” in cui pubblica racconti e romanzi, sulla scia di un’idea editoriale di Italo Calvino. Il tema del Sogno in tutte le sue declinazioni, dalla poesia alla psicanalisi, è uno degli argomenti più trattati – e più apprezzati – dei martedì a casa di Roberto. Milano è una città fitta di centri, ritrovi, luoghi di aggregazione che non si parlano fra loro – sostiene Caracci – ma costituiscono una realtà spesso più interessante, sebbene meno profittevole, di quel filone mainstream prescelto dalle case editrici più blasonate. Quasi un quarto di secolo di gloriosa attività del Salotto Caracci rende testimonianza di una possibilità importante e fertile di resistenza culturale.

SALOTTO CARACCI
Via Rutilia, 19-20
Tel. 348 7920747

Share Project :

More Work