Morgante Cocktail & Soul

Galleria d’arte protagonista della grande rinascita culturale che Milano visse tra gli anni Cinquanta e Sessanta, la location della famiglia Cortina in Vicolo Lavandai al numero 2 è un posto magico, antico e moderno insieme, ideale per ospitare la cultura. Da poco più di un anno la galleria d’arte ha ceduto l’attività a Gianfranco Morgante, intraprendente ed entusiasta architetto, che con il suo socio Jacopo Thun l’ha riaperta come pub e spazio per sognatori. Da aprile 2016 si chiama Morgante Cafè ed è diventato il punto di riferimento milanese delle anime romantiche, che cercano pace e relax in un luogo intimo e caldo, all’insegna del buon bere e della cultura. Protagoniste sono la letteratura e la musica, con serate dedicate, in cui è possibile mangiare e bere in compagnia di autori, scrittori, musicisti e artisti di ogni genere. Gianfranco ama parlare di “assonanze”, quelle che Goethe definiva “affinità elettive” che portano da queste parti persone mosse dagli stessi desideri, che cercano un determinato tipo di serata e di compagnia. Qui di solito chi viene la prima volta si sente accolto come in una casa e difficilmente rinuncerà a tornare. Mi racconta Gianfranco che negli anni d’oro dell’attività di Cortina, durante i vernissage delle mostre qui si ballava e si cantava fino a tarda notte. Poi l’arte sui Navigli si è fatta molto di maniera, e adesso la nuova via è sicuramente quella di abbinarle il cibo, a patto però che lo si faccia con qualità e dedizione. Un segnale di quanta passione stia dietro al Morgante Cafè sta nel fatto che l’aperitivo è accompagnato da patatine fritte preparate in casa tutti i giorni. Un sapore decisamente migliore di quello a cui siamo abituati, un piccolo gesto che racconta qualità e personalità. Secondo Gianfranco, “il cibo e il bere sono motivo e traino di uno stato emotivo che si presta a un arricchimento ulteriore che arriva dalla cultura, un regalo che facciamo in primo luogo a noi stessi”. Qui la musica non la si fa per guadagnare – gli eventi sono tutti gratuiti – ma per “passare il tempo in maniera diversa”, dando valore all’arte in tutte le sue forme e alla compagnia all’insegna del romanticismo. L’apertura è dalle 19 fino a tarda notte, con una clientela fatta soprattutto da coppie o da aspiranti tali (sembra che i primi appuntamenti da queste parti portino molta fortuna alle relazioni che nascono!), ma anche gruppi di amici, soprattutto donne in cerca di un rifugio tranquillo ed elegante. L’importante per stare bene in questo locale è avere voglia di prendersi del tempo, vicino ai luoghi della movida, ma lontanissimo dai loro ritmi e dalla loro frenesia. In attesa di una nuova primavera ricca di eventi, vale la pena di citare le due rassegne che hanno animato la prima stagione del Morgante Cafè. La prima, dal titolo “Divoratori di libri” ha visto avvicendarsi cinque scrittori che hanno presentato le loro opere in abbinamento con una degustazione a tema e un drink della casa che giocasse con i temi della serata. Ad esempio, la giovane blogger Sara Porro ha raccontato il suo divertente “Manuale di sopravvivenza amazzonica per signorine di città” mentre il pubblico poteva assaggiare il “ceviche”, piatto a base di pesce cotto con sale e foglie di lime tipico delle terre sudamericane. Sul fronte della musica ha preso vita la prima edizione del contest per giovani gruppi “Morgante got’s talent” con la collaborazione di Radio Popolare che ha trasmesso in diretta la serata finale, regalando una bella visibilità ai gruppi finalisti selezionati da una giuria di esperti nelle serate precedenti. In attesa della nuova edizione delle due rassegne, Gianfranco e Jacopo stanno anche lavorando a una serie di mostre che diano luce alle pareti, per una serata completa tra arte e cibo. Per adesso alle pareti le belle fotografie di Martina Pareschi.

MORGANTE COCKTAIL & SOUL
Vicolo Lavandai, 2
Tel. 02 35940879
www.morgantecocktail.com/it

Share Project :

More Work