Le biciclette

Ugo Fava è un vulcano in eruzione, pieno di energia e di entusiasmo per i suoi “figli milanesi”, i locali che dirige nella zona dei navigli a Milano. Lo incontro mentre in sella al suo motorino torna da un allenamento, mi accompagna alla scoperta del suo storico Le Biciclette, ma anche a conoscere i pasticcieri del laboratorio di pasticceria che fornisce dolci a tutti i suoi locali, per finire sulla Darsena nello spazio da lui poco inaugurato accanto all’acqua. Ma tutto nasce da Le Biciclette, ed è lì che sta il cuore di Ugo, che ha aperto questo locale di culto a Milano esattamente 18 anni fa e adesso si appresta a festeggiarne il compleanno della maggiore età, un traguardo importante di una bella scommessa vinta. Prima di diventare il posto che molti milanesi frequentano e hanno imparato ad amare in questi diciotto lunghi anni, Le Biciclette era un negozio di pezzi di ricambio per amanti delle due ruote e prima ancora era sede di una fabbrica della Legnano, storico marchio di bici. Ecco il motivo per cui ancora oggi nel locale volano appese tante biciclette di vario tipo (la collezione cambia di frequente) e chiunque entri qui può gonfiare le ruote del proprio mezzo. Ugo non si definisce un amante della bicicletta, ma ha voluto conservare un elemento di tradizione, portando poi tantissime novità in questo locale che si può definire pioniere di un nuovo concept del tempo libero che oggi caratterizza le Anime Nascoste di nascita più recente. La convinzione di Ugo è che l’arte sia il veicolo più interessante per comunicare una città e quindi non ha mai smesso di riempire le pareti del suo locale di quadri, opere, installazione di ogni genere. “Se fai delle cose fatte bene Milano ti premia. A Milano non puoi sbagliare, perché la gente se ne accorge”. Questo grande rispetto per la città e i suoi frequentatori guida le iniziative che incessantemente Ugo vara, mosso da una passione inestinguibile. Martedì 24 Maggio 2016 alle ore 19:00 inaugura la mostra personale dell’artista di origine russa Inna Varivonchik, che esprime nelle sue opere una femminilità fresca e sensuale, qualche volta anche spinta al confine erotico, ma sempre con eleganza e stile. La sua arte è una figlia fedele dell’epoca, con le sue icone di stile e i personaggi famosi da seguire. C’è tutto il mondo Pop nei suoi ritratti di Sharon Stone, Audrey Hepburn, Madonna. Inna Varivonchik padroneggia con eccezionale maestria i colori vibranti e intensi, alla ricerca di purezza assoluta, dal rosso squillante al verde fluorescente, fino al nero del buio assoluto. I quadri nascono nella sua mente, nella sua anima; è la sua personalità a spingerli e ad imprimerli sulla tela, tutti da ammirare nella suggestiva cornice dell’Art Bar di Ugo Fava. Non potrete non innamorarvi dei mobili di design, le sedie che cambiano di continuo per lasciare spazio a modelli sempre diversi e innovativi, per tenere testa alle tendenze da tutto il mondo e proseguire per tutto l’anno gli incontri che si fanno durante il Salone del Mobile. Non mancano i concerti live, che hanno sempre animato questo luogo, lanciando nomi oggi famosissimi come Joan Thiele o Jack Jaselli che qui hanno mosso i loro primi passi artistici.

LE BICICLETTE
Via Torti 2
Tel. 02 58104325
www.lebiciclette.com

Share Project :

More Work