La compagnia del the

Sylvie Capelli e Raffaele d’Isa sono una coppia di sognatori degni della Milano più viva e creativa. In casa loro perfino i due gatti se la passano da nababbi, con un “condominio” su misura per tutte le loro esigenze, in un angolo del grande salotto, divenuto da qualche anno sede di iniziative culturali particolari e di sicuro interesse per un pubblico affezionato e fedele. Quando nel 2009 hanno iniziato a organizzare eventi, hanno scelto di chiamarsi La Compagnia del The, in omaggio alla bevanda che tanto amano e conoscono anche professionalmente – non unici a Milano, visto il crescente numero di luoghi che gli dedicano attenzione e business. Vengo accolto con una tisana a base di milk oolong, un tipico the orientale a bassa ossidazione da bere tiepido, con un caratteristico retrogusto di latte, da cui il curioso appellativo. Convergono nella loro attività di associazione culturale a domicilio i loro lavori precedenti: Raffaele è esperto di the da oltre quindici anni con esperienze anche di degustazioni nei ristoranti, oltre che autore di raccolte di poesie e musicista abile a suonare il basso. Tre forme diverse e complementari di cultura che lo aiutano a pensare sempre eventi che contaminano le discipline artistiche e rompono i rigidi confini di genere che ormai non vanno più di moda. Non è da meno la moglie Sylvie, attrice e marionettista – ha lavorato con i celebri fratelli Colla – e impiegata oggi nel settore dei viaggi. Interessi molto ampi e cultura trasversale sono gli ingredienti principali degli eventi che animano le serate in questo grande appartamento di via Oriani in cui si cammina rigorosamente a piedi scalzi su un morbido parquet, accompagnati dal profumo dell’incenso. Le serate principali che si sono susseguite in questi anni con cadenza più o meno mensile sono state presentazioni di autori (narratori, poeti, saggisti, professori, filosofi e umanisti a vario titolo), fra cui ad esempio il “Piccolo manuale di controeducazione” di Paolo Mottana; oppure il Format geografico ideato da Sylvie, che si diverte a raccontare in maniera originale e accattivante alcuni Paesi del mondo poco noti a noi italiani, a partire da uno spunto curioso, come l’India attraverso l’Impero Moghul e il poeta in lingua Urdu Ghalib. L’obiettivo è sempre quello di trasportare il pubblico in un magico altrove, frastornandolo con sensazioni diverse, date dalla musica, dalle parole, dalle immagini proiettate su un grande schermo, dagli incensi che creano atmosfere olfattive molto intense, fino al gusto, coinvolto assaggiando tisane e the dei Paesi di cui si parla. Non mancano eventi musicali, come quello progettato da Raffaele sui Led Zeppelin, un viaggio negli anni Settanta dal Blues del Mississippi al Punk. Pezzo forte di questi anni sono anche le serate di scontro tra Matematica e Letteratura, che si sfidano a colpi di algoritmi e figure retoriche, in cerca di un denominatore comune tra scienza e poesia. Raffaele e Sylvie hanno uno spiccato gusto estetico e ci tengono alla presenza di attori che diano un tocco di teatro alle loro performances, che spesso culminano nella messa in scena vera e propria della Cerimonia del the, in cui Raffaele da grande sacerdote si mostra completamente truccato e in costume. Oltre alle serate organizzate in casa, Sylvie e Raffaele hanno collaudato anche gli Aperithé, ospitati in vari luoghi della città e pensati per rivalutare le arti minori ingiustamente escluse dall’Olimpo delle Accademie. La degustazione di un buon the viene accompagnata da performances di sartoria, arte orafa, hair styling e altre discipline multisensoriali. Il the si fa, così, capofila della rivalutazione sociale di attività tradizionalmente artigianali, ma di alta qualità.

LA COMPAGNIA DEL THE
Via Alfredo Oriani, 6
www.compagniadelthe.it

Share Project :

More Work