Drogheria Plinio

La prima cosa che colpisce quando si entra è l’illuminazione, geniale nella sua semplice originalità di bottiglie di latte trasformate in paralumi sospesi lungo tutto il soffitto del locale. E poi le pareti di scaffali con prodotti tipici di aziende italiane, biologici ed ecosostenibili, per tutti i gusti, dai vegetariani ai carnivori, senza deludere i golosi di dolci e prelibatezze da pasticceria. Siamo alla Drogheria Plinio, vicino a Corso Buenos Aires, ma lontanissimo dal caos delle vie del centro di Milano, perché in questo locale vintage, ricavato da quella che fu per anni una panetteria, si respira un’atmosfera rilassante e accogliente. Gestito da tre soci, vive soprattutto della passione di una di loro, Monica Romanelli, donna entusiasta e piena di energia, che l’anno scorso ha abbandonato la sua importante carriera di direttore marketing in numerose aziende anche multinazionali, per dedicarsi a tempo pieno al sogno di gestire un locale nella sua città con l’obiettivo – dichiarato e raggiunto – di far sentire a casa i milanesi, troppo spesso rassegnati ad una triste solitudine nella folla. Monica racconta che Drogheria Plinio ha inaugurato il 27 agosto dello scorso anno, proprio il giorno di Santa Monica, perché chi crede che esista un filo a unire le scommesse di una vita non lascia niente al caso. E da un anno questo luogo si affolla di clienti che cercano un modo diverso di mangiare, ma soprattutto di stare a tavola, in rapporto con il cibo e con gli altri commensali. Qui tutti i giorni i piatti variano a seconda della merce che arriva fresca alla mattina, niente è surgelato. La sera il menu segue i mesi dell’anno, con una vasta scelta di portate di stagione, raccontate ai clienti dal “menestrello”, un giovane cameriere che si aggira fra i tavoli a spiegare l’origine dei cibi e dei vini, con storie che affondano le radici nelle più genuine tradizioni gastronomiche italiane, svelando segreti preziosi e affascinanti. Una delle iniziative più originali che questi tre soci creativi hanno pensato per i loro clienti è il cosiddetto “slow date”, un giorno in cui si mangia piano, godendosi il piacere di stare a tavola a lungo, per conoscere gli altri. Invertendo la moda imperante nelle aziende degli “speed date”, in cui nel breve volgere di qualche minuto bisogna far conoscere il proprio prodotto a più acquirenti possibile, spostandosi velocemente da un banco all’altro, alla Drogheria Plinio potrete sedervi a mangiare l’antipasto con una persona e poi cambiare tavolo per gustare il primo con qualcun altro, e avanti con un commensale diverso per ogni portata. Alla fine si brinda tutti insieme, coronando le belle conoscenze fatte in una sera in quella che ci si ostina a considerare una città fredda che non consentirebbe di fare amicizia. L’iniziativa sembra avere un bel consenso, visto l’aumentare delle richieste e il piacere con cui viene accolta da numerosi clienti, che tornano qui a mangiare con i nuovi amici conosciuti allo “slow date”. Ma gli eventi sono tanti e variegati, dall’esposizione all’ingresso della nuova collezione di vestiti della giovane stilista russa Anna Bulatova, che ha inaugurato qui la sua stagione invernale, a presentazioni di libri e serate musicali. Divertenti nel loro essere educativi gli Apechat organizzati dalla scuola di John Peter Sloan, in cui si chatta in inglese con gli altri avventori e gli insegnanti, mentre si beve un buon bicchiere di vino.
Drogheria Plinio, dedicata a chi sostiene che la cultura non si mangia!

DROGHERIA PLINIO
Via Plinio, 6
Tel. 02.89504650

Share Project :

More Work