Dressebook

Alfredo Bernasconi e Francesco Laera sono due fotografi, rispettivamente di moda e di reportage, che hanno deciso di sfidare la crisi mettendosi in proprio con un’idea che unisce le loro passioni e crea un’occasione di shopping alternativo a Milano. Francesco si occupa dell’angolo libreria – il “book” del nome – in cui si trovano solo titoli fuori catalogo ed edizioni speciali di narrativa, saggistica, arte, architettura e design, disponibili a prezzi che vanno dai 5 ai 200 euro. Questo piccolo angolo di letteratura, che da poco ha accolto anche la sezione della poesia contemporanea, attira i collezionisti di tutta Milano e non solo, per la particolarità e l’attenzione con cui Francesco mette insieme il suo catalogo. Nessun bibliofilo che si rispetti può esimersi da una visita da queste parti! A occuparsi, invece, della sezione “dress” è la moglie di Alfredo, giornalista, che non lavora in prima persona nel negozio, ma contribuisce con le scelte. Accanto a griffe della moda – Armani, Versace, Prada, Paola Frani – proposte a prezzi scontati, si trovano pezzi unici disegnati e realizzati apposta per Dressebook da giovani stilisti scoperti e aiutati dai soci. I giovani poeti presentano qui le loro opere, insieme con gli stilisti, gli artigiani autori della bigiotteria di qualità, e gli altri artisti che espongono quadri e fotografie alle pareti. Questo spirito di talent scouting e di scambio generazionale rende davvero importante lo sforzo che Alfredo e Francesco stanno facendo, da veri animatori culturali, impegnati anche in un encomiabile lavoro di risveglio di via Lomellina e dell’intera zona, un po’ addormentata e stordita dalle vie dello shopping che monopolizzano l’attenzione dei clienti e dei turisti anche durante questo periodo prenatalizio dominato dall’ossessione per i regali. Dressebook è nato nel 2012 in via Giovanni da Milano e si è trasferito qui – Lomellina numero 9 – nel febbraio di quest’anno. In pochi mesi Alfredo si è già imposto come leader determinato e propositivo di una serie di locali, negozi e piccole imprese della via, che hanno voglia di rilanciarsi attraverso la sinergia per fare in modo che la gente cominci a frequentare questa zona. Si è fatto promotore dell’Associazione La Lomella, con cui hanno chiesto e ottenuto ascolto e collaborazione da parte del Comune e del Consiglio di Zona, per organizzare le Domeniche in via Lomellina, che oggi raggiungono il terzo e ultimo appuntamento.  Dalle 15.30 fino alle 19 sarà possibile fare shopping con oltre 50 esercizi aperti e accompagnati da intrattenimento e cultura: mimi, artisti di strada, fisarmonica e musica dal vivo tra la strada e le botteghe, per un pomeriggio alternativo e divertente, pieno di suggerimenti per regali insoliti ma di qualità. Alfredo è sicuro che la soluzione per superare le difficoltà sia quella di fare rete, e mi suggerisce diversi posti che potrebbero presto entrare a far parte delle Anime Nascoste, allargando la cerchia di quei locali creativi che hanno scelto di rispondere alla crisi con le idee, la cultura e l’attenzione nella scelta dei prodotti da offrire ai clienti. La clientela di Dressebook è molto trasversale, dalle persone del quartiere – a prevalenza anziani – ai liberi professionisti, creativi e artisti, che apprezzano la proposta innovativa. Secondo Alfredo la politica dei saldi va completamente rivista, perché ormai per Natale si regalano solo accessori: i vestiti la gente aspetta gennaio a comprarli e questo innesca un meccanismo frustrante e improduttivo. Alfredo è un vulcano di idee, che meriterebbero più ascolto: la notte bianca di via Lomellina realizzata qualche mese fa ha superato le 4000 persone!

DRESSEBOOK
Via Lomellina, 9
Tel. 02 36526752

Share Project :

More Work