Caffè Zanardi

“Prendersi il tempo necessario, saziando corpo e spirito”. Questo il motto del Caffè Zanardi, che ha aperto il 5 gennaio 2016 in una piccola via che si snoda tra due navigli, e in cui l’acqua ancora scorrerebbe se non fosse stata coperta orami parecchio tempo fa. Siamo nella piccola, suggestiva via Magolfa, a pochi metri dalla famosa piscina Argelati, a sua volta prossima a un’altra Anima Nascosta di cui vi ho raccontato l’anno scorso, l’Argelab. Due soci, anche grandi amici, Davide ed Emiliano, alle soglie dei quarant’anni, decidono finalmente di mettersi in proprio, dopo tanto tempo di servizio in aziende altrui. Davide arriva da una carriera nell’organizzazione di eventi, Emiliano da sei anni in un’enoteca: insieme condividono la passione per i libri e i fumetti, e così nasce il Caffè Zanardi. La zona va animata, la scommessa è difficile ma allettante, l’affitto è sostenibile e i vicini sono potenziali alleati. Accanto al Caffè Zanardi ci sono, infatti, un’enoteca e uno studio di architettura, tutti ricavati dallo stesso immobile, che è stato per anni una palestra, chiusa da poco. L’idea è quella di far scoprire – o riscoprire – ai milanesi la piccola via Magolfa, proprio di fronte a un posto magico come il Museo della Poesia, dedicato ad Alda Merini. Ci sono tutti gli ingredienti per creare un movimento continuo di persone, che vada un po’ oltre i confini classici della movida dei Navigli. Per farsi conoscere, i soci delle varie attività stanno pensando a un’associazione dal nome molto accattivante, “Magolfa Terra di Mezzo”, che sembra Tolkien, ma ha anche un valore molto concreto e significativo. Si presenteranno alla cittadinanza in aprile con l’azione simbolica di ripulire tutta la via dai brutti graffiti che la imbrattano, creando sui muri degli affreschi più belli, uno dei quali conterrà una poesia della Merini. Ripulire la via per riportare la cultura, il cibo di qualità e il piacere di un tempo più lento di quello a cui Milano ci ha da sempre abituati. Al Caffè Zanardi il tempo si ferma, si può passare il pomeriggio a lavorare con il wifi gratuito, bevendo un buon caffè e assaggiando i piatti semplici e genuini che arrivano da una fertile collaborazione con le piccole aziende del Parco Agricolo Sud di Milano. Tutti ingredienti controllati, di prima qualità, di cui si conosce la lavorazione fin dalle materie prime. Ci sarà addirittura un tablet a disposizione per consultare la provenienza di quello che si mangia, grazie al portale ParC, una start up di successo di due ragazzi milanesi. Le attività del Caffè Zanardi sono in fase di sviluppo, pronte ad andare a pieno regime nel giro di qualche mese. Appuntamento già collaudato con successo è il giovedì alle 20 con la presentazione di giovani autori di libri o di fumetti, che vengono a incontrare il pubblico in un clima informale di scambio e condivisione. Il posto punta a diventare sia un punto vendita di fumetti e libri, sia una biblioteca dove è possibile leggere e consultare i volumi. Il venerdì e il sabato saranno dedicati a serate di musica live unplugged, dal jazz al blues fino alla classica, con un programma di intrattenimento ricercato.

CAFFÈ ZANARDI
Via Magolfa, 25
Tel. 349 6143191

Share Project :

More Work