Bistrò del tempo ritrovato

Oggi incontriamo una coppia di sognatori, un altro luogo magico nella Milano nascosta dall’atmosfera addirittura newyorchese, in via Foppa, non lontano da Porta Genova. Il sogno di Luca e Deborah risale ai tempi in cui studiavano all’università, poi attraversa numerosi viaggi all’estero e trova finalmente la sua realizzazione nel 2007: il Bistrò del tempo ritrovato. Un locale in cui far incontrare le persone in un modo più umano, tra buon cibo e letture stimolanti, su un sottofondo di musica classica. Luca e Deborah, che lo coccolano come un figlio e vengono a trovarlo tutti i giorni, al mattino per l’apertura (alle 6.30) e poi alla sera, fino alla chiusura (alle 21), lo definiscono “camera di decantazione dei ritmi frenetici della città, dove perdersi e ritrovarsi”. Purtroppo non possono ancora farne la loro occupazione esclusiva, ma hanno l’orgoglio di averlo reso autonomo, con quattro dipendenti e la presenza preziosa di Bianca, magnifica consigliera capace di leggere i desideri dei clienti per suggerire i libri perfetti per loro. La relazione umana è il vero core business di questa piccola libreria, composta dall’attenta e appassionata selezione dei suoi gestori, che non lasciano al caso nemmeno un titolo, unendo i loro romanzi preferiti con sezioni tematiche (fra cui spiccano i libri di fotografia della casa editrice Postcart o le giovani proposte americane della casa editrice newyorchese 66TH A2ND), oltre alle novità delle major di qualità (Adelphi, Sellerio e Minimum Fax). Chi viene qui cerca una guida alla lettura e riceve attenzione, sentendosi a casa. Una chicca è la rassegna stampa inserita sotto il vetro di tutti i tavolini, in modo che, sedendosi a bere o a mangiare si può leggere un articolo scelto per una sua particolarità o suggestione. Ogni settimana la rassegna cambia, insieme alla vetrina esterna del locale, allestita a tema e costantemente aggiornata. Sui tavolini si trovano anche dei fogli colorati, dedicati a chi vuole passare qualche minuto in compagnia delle storie che i proprietari ci scrivono sopra, ispirate da fatti di cronaca, personaggi dello sport, anime belle incontrate in un libro o nella realtà, insomma qualsiasi spunto che abbia risvegliato la loro curiosità e la voglia di condividerla. Sono tanti anche gli eventi che Luca e Deborah organizzano ormai da diversi anni con tenacia e dedizione. Loro preferiscono definirli “situazioni” o “accadimenti”, ma noi preferiamo accomunarli agli eventi che moltissimi locali di Milano organizzano con una partecipazione davvero sorprendente dei milanesi. Punta di diamante delle serate al Bistrò è l’appuntamento intitolato “Libri et Genia”, ideato da due affezionati clienti, blogger e lettori incalliti, partendo dalla convinzione che noi uomini siamo fatti tanto di ciò che mangiamo quanto di ciò che leggiamo, elemento fondante della nostra identità. Ogni volta uno scrittore famoso racconta le sue letture andando a comporre l’albero genealogico della sua cultura. Il sogno di Luca e Deborah è quello di creare su internet la foresta virtuale degli alberi di tutti i clienti che stanno partecipando a questa iniziativa. Al Bistrò ci sono anche le serate jazz, le domeniche mattina con la musica dal vivo suonata al pianoforte da giovani compositori.

BISTRÒ DEL TEMPO RITROVATO 
Via Foppa, 4

Share Project :

More Work