Bertamè More

Ha inaugurato martedì sera con un bagno di folla, fra amici, clienti storici, curiosi e pubblico, uno spazio davvero nuovo per concept e vocazione. Lo ha voluto fortemente Lorenzo, figlio di meccanico, destinato fin da piccolo a ereditare l’attività paterna, che esiste in via Lomonaco dal 1981. Lorenzo si appassiona di motori, affianca il padre nella gestione del garage e dell’officina, ma appena può comincia ad allargare l’attività: importa biciclette elettriche e moto Enfield dall’India, viaggia, segue le sue passioni e fa anche il formatore di giovani meccanici. Da quando il papà è mancato, Lorenzo ha preso completamente in mano l’attività insieme ai suoi cinque migliori allievi, giovani e motivati. Fino a qualche mese fa sull’angolo tra via Lomonaco e viale Lombardia – via di scorrimento su cui affacciano altre Anime Nascoste che abbiamo conosciuto, da Al’Less all’Osteria dell’Utopia – c’era la filiale di una banca, che da qualche mese ha chiuso. Lorenzo ci ha visto l’affare: ha deciso di rilevare quello spazio così ghiotto, che gli avrebbe dato accesso alla via principale della zona e soprattutto gli avrebbe consentito di moltiplicare la propria attività. Nasce così Bertamè More, altro, di più, il valore aggiunto di quello che altrimenti sarebbe solo un normale garage con officina. Da martedì scorso il “More” è uno spazio bellissimo, luminoso, su due piani, al cui centro troneggiano auto e moto d’epoca perfettamente tirate a lucido e alle cui pareti sono appesi i quadri di un artista. Al piano di sopra area wifi e zona relax. L’obiettivo di Lorenzo è pienamente in sintonia con lo spirito delle Anime Nascoste: valorizzare il tempo libero dei milanesi, nella fattispecie il tempo di attesa dei clienti dell’officina, che mentre aspettano che la loro auto venga sistemata, possono stare qui come in un salotto domestico, a ricevere consulenza personalizzata per l’acquisto dell’auto ideale per loro, oppure sfogliare riviste di settore, accedere a internet, guardare mostre di quadri, foto e altre opere d’arte oltre a video proiettati su una parete, ma anche acquistare articoli di merchandising. Lorenzo vuole, infatti, lasciare un angolo, un “corner shop”, a disposizione di giovani artigiani della zona, dal fabbro al gioielliere, che possono proporre i loro prodotti, per ritrovare il gusto dell’handmade di qualità. All’inaugurazione ho subito percepito che la gente conosce e ama l’intraprendenza di Lorenzo, abbracciando con fiducia la sua nuova impresa di “creare le bollicine nelle persone del quartiere”. Con spirito naif e passione sta partendo, infatti, un’operazione di grande interesse culturale, che nasce dall’idea di ridonare alla gente una cattedrale dismessa del capitalismo. Davvero apprezzabile, proprio perché non facile, la sinergia che si è creata con i locali del vicinato, che hanno contributo all’inaugurazione di Bertamè More portando da bere e da mangiare, oltre ai musicisti che sono venuti a suonare per amicizia e che promettono di replicare presto, per animare anche le serate fuori dall’orario di lavoro del garage e dell’officina adiacenti. Lorenzo è partito alla grande, mettendo insieme tante energie positive e ha già tanti obiettivi per la nuova stagione, da presentazioni di libri, a esibizioni musicali, corsi e degustazioni di vini e la partecipazione alla settimana del Design. Bertamè More: passione per i motori, cuore per i clienti.

BERTAMÈ MORE
Via Francesco Lomonaco, 13
Tel. 02 2361198
www.bertame.it

Share Project :

More Work