ANTONIO SYXTY

Antonio Syxty è nato a Buenos Aires. Vive e lavora a Milano. Nel 1975/76 consegue il diploma di High School negli Stati Uniti e frequenta corsi di Art and Drama. Alla fine degli anni ’70 inizia come artista producendo opere su carta per poi passare alla art-performance, proponendo installazioni e azioni performative site-specific documentate da fotografie. Nel 1978 inventa OH-ART! un movimento artistico autobiografico, creando in seguito anche il Syxty Fan Club con lo scopo di diffondere la propria identità artistica totalmente inventata e fasulla, sondando l’ambiguità fra informazione vera o falsa e producendo intenzionali spostamenti e slittamenti sul senso identitario. Negli anni ’80 collabora con architetti, designers e musicisti ed è influenzato da artisti del calibro di Sol LeWitt, Joseph Kossuth, Walter De Maria, John Baldessarri, On Kawara, Joseph Beuys e, sopra tutti, Marcel Duchamp. Il suo percorso si sposta progressivamente verso il teatro, che diventa piattaforma comportamentale e performativa dove poter alterare i piani di identità, fra realtà e finzione. Inizia così una vera e propria carriera come regista, prima di teatro, poi cinema, televisione (RAI e Mediaset) e radio, con esperienze di video, editing e comunicazione per la pubblicità, la moda e l’industria, occupandosi anche di regie di concerti musicali, convention ed eventi speciali live. Essendo un artista multimediale si è sempre anche considerato un regista di spazi e comportamenti. Nel 2007 inizia un progetto artistico e concettuale denominato Money Transfer, basato sugli effetti emozionali legati al denaro come vettore identitario, comprendendo in questo gli esiti dell’economia sul comportamento e sulle alterazioni narrative delle nostre vite. Amazon Papers fa parte del più ampio catalogo/progetto Money Transfer.

www.antoniosyxty.com